Skip to Primary Navigation Vai direttamente al sito Vai direttamente al contenuto principale All 3M.com Site Map

Non lasciare che anche la qualità della tua acqua vada in vacanza - luglio 2007


Infatti tra tutte queste considerazioni, c'è sempre un elemento che sfugge: l'approvvigionamento idrico. Chi utilizza imbarcazioni o veicoli da diporto spesso rischia attingendo l'acqua da sorgenti sconosciute.

Ci sono stati numerosi casi di contaminazione di impianti idrici nei campeggi e nei porti turistici. Spesso i viaggiatori associano la filtrazione all'acqua potabile; viaggiano con enormi quantitativi di bottigliette di acqua, ma poi usano la fonte locale per tutte le altre azioni quotidiane come l'igiene personale, il lavaggio di piatti e vestiti e la preparazione del caffè. Questo può influire negativamente sulla salute, ecco perchè è importante installare un filtro sui veicoli da diporto e sulle barche.

I sistemi di filtrazione non sono tutti uguali. Sul mercato è presente un'ampia gamma di prodotti e scegliere quello più appropriato è un compito arduo.

Cosa si deve considerare quando si vuole usufruire di un sistema di filtrazione:

  1. Punto d'uso Vs Punto di entrata. Nell'industria della filtrazione esistono due principali sistemi: "il punto d'uso", formato da filtri posizionati sotto il lavandino che filtrano solo l'acqua provveniente da esso, e "il punto di entrata" composto da filtri in grado di filtrare tutta l'acqua utilizzata all'interno dell'imbarcazione o del veicolo da diporto. Consiglio: i filtri al punto di uso sono più indicati per brevi periodi. I filtri al punto di entrata sono indicati per periodi più lunghi.
  2. Installazione. Il filtro può essere installato o autonomamente o mediante l'aiuto di un distributore locale. Consiglio: scegli una posizione accessibile per il filtro perchè la cartuccia va cambiata periodicamente (leggere i consigli sulla manutenzione). Quando procedi con l'installazione fai-da-te, assicurati che il sistema di filtrazione venga fornito con tutti i tubi e gli allacciamenti necessari per la sua istallazione.
  3. Grado di filtrazione. Alcuni sistemi di filtrazione rimuovono solo lo sporco e i residui di sabbia, fornendo un'acqua pulita solo all'apparenza, altri invece ne migliorano il gusto, ma non forniscono un'acqua necessariamente potabile. I migliori sistemi di filtrazione rendono l'acqua potabile in quanto rimuovono alcuni organismi nocivi quali batteri, cisti, spore di muffa e/o alghe. Esistono in commercio filtri meno costosi di altri, ma lo svantaggio è nel ricambio frequente. A seconda del modello, alcuni filtri possono produrre l'equivalente di 60.000 litri, circa 16 bottiglie di acqua per ogni cartuccia e possono durare un'intera stagione. Consiglio: non credete ai produttori che indicano quali e quanti contaminanti sono in grado di eliminare i loro filtri, il trucco sta nel verificare se il filtro è certificato da un'agenzia nota, che avvalori queste affermazioni. Esempi di enti preposti sono: la Water Quality Association (WQA), gli Underwriters Laboratories (UL) o la NSF International, un'associazione no profit che certifica i prodotti e stabilisce gli standard da rispettare per il contatto con alimenti, acqua e beni di consumo.
  4. Infatti tra tutte queste considerazioni, c'è sempre un elemento che sfugge: l'approvvigionamento idrico. Chi utilizza imbarcazioni o veicoli da diporto spesso rischia attingendo l'acqua da sorgenti sconosciute.

    Grado di filtrazione. Alcuni sistemi di filtrazione rimuovono solo lo sporco e i residui di sabbia, fornendo un'acqua pulita solo all'apparenza, altri invece ne migliorano il gusto, ma non forniscono un'acqua necessariamente potabile. I migliori sistemi di filtrazione rendono l'acqua potabile in quanto rimuovono alcuni organismi nocivi quali batteri, cisti, spore di muffa e/o alghe. Esistono in commercio filtri meno costosi di altri, ma lo svantaggio è nel ricambio frequente. A seconda del modello, alcuni filtri possono produrre l'equivalente di 60.000 litri, circa 16 bottiglie di acqua per ogni cartuccia e possono durare un'intera stagione. Consiglio: non credete ai produttori che indicano quali e quanti contaminanti sono in grado di eliminare i loro fitri, il trucco sta nel verificare se il filtro è certificato da un'agenzia nota, che avvalori queste affermazioni. Esempi di enti preposti sono: la Water Quality Association (WQA), gli Underwriters Laboratories (UL) o la NSF International, un'associazione no profit che certifica i prodotti e stabilisce gli standard da rispettare per il contatto con alimenti, acqua e beni di consumo.

    Facile manutenzione. Una volta che si installa un filtro, sia che sia al punto di utilizzo o di entrata, bisogna procedere con manutenzioni periodiche. Controlla sempre la durata del filtro indicata dal produttore. Il ricambio di una cartuccia può essere fatto o in modo semplice, o con uno sforzo maggiore come per i "modelli inline" o le cartucce "drop-in" che richiedono l'ausilio di chiavi per la rimozione dell'involucro esterno. Consiglio: i sistemi con una manutenzione più semplice non richiedono pulizia, sono facili da cambiare e hanno dei by-pass e degli shut-off per cambiare il filtro senza interrompere la rifornitura dell'acqua sulla barca o sul veicolo da diporto. La filtrazione è il sistema più appropriato per migliorare la qualità dell'acqua a cui si è allacciati e per rimuovere i contaminanti. Tuttavia i viaggiatori non dovrebbero mai attingere ad una risorsa idrica contaminata solo perchè hanno un sistema di filtrazione a bordo. Rendi le tue vacanze in famiglia più piacevoli. Adotta un sistema di filtrazione per far sì che la tua acqua sia sempre pulita e buona.

    Bill Contaxis, ex vice presidente del settore ingegneristico di CUNO, ha contribuito a progettare i prodotti per la filtrazione della linea 3M per il settore marine. Ritorna a: Soluzioni per la filtrazione.



 Don’t take a vacation from your water quality concerns
Ritorna a: