3M utilizza cookie su questo sito.  Questo sito e i fornitori di servizi selezionati da 3M inviano cookie, contenenti file di testo, al computer dell’utente per riconoscere il computer e:

  • personalizzare l’esperienza dell’utente sui siti Web 3M
  • mostrare all’utente pubblicità personalizzate in base ai suoi interessi
  • raccogliere informazioni statistiche anonime per migliorare la funzionalità e le prestazioni del sito.

Descrizione dei benefici derivanti dall’accettazione di questi cookie

È possibile modificare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento facendo clic su Preferenze dei cookie.

Alcune opzioni di rinuncia a servizi potrebbero non funzionare a causa delle impostazioni del browser relative ai cookie.  Se si desidera impostare tali preferenze utilizzando questo strumento, è necessario consentire i cookie di terze parti nelle impostazioni del browser.

Facendo clic su Accetta e procedi, si conferma la propria comprensione e accettazione delle impostazioni relative ai cookie come indicato a sinistra.

Accetta e procedi

Skip to Primary Navigation Vai direttamente al sito Vai direttamente al contenuto principale All 3M.com Site Map

Eventi e congressi Technologie innovative

11) 3M™ Tegaderm™ Hydrogel

3M Tegaderm Hydrogel è un gel amorfo ad elevato contenutodi acqua, formulato per mantenere un ambiente umido e favorirecosì lo sbrigliamento autolitico del tessuto necrotico.

Codice Formato (g) Confezione Cartone
91110 15 100 pezzi 1 confezione

Caratteristiche Benefici
Elevato contenuto di
acqua
Idratazione
Favorisce in modo ottimale lo
sbrigliamento autolitico.

Gel ad alta densità Permanenza sulla ferita
Non scivola dalle lesioni, rimanendo
quindi dove serve la sua azione.

Privo di conservanti e
sostanze irritanti
Elevato comfort per il paziente in
quanto non causa irritazione ai tessuti,
nè bruciore.

Tubetto monopaziente a
completa spremitura
Sicuro
Si evitano contaminazioni crociate e
viene sfruttato tutto il prodotto
disponibile.

Indicazioni d’uso
Ferite con escara che necessitano di sbrigliamento autolitico, anche con
sottominature.
Ulcere secche o minimamente essudanti, abrasioni, lacerazioni, ulcere
agli arti inferiori e diabetiche, ustioni superficiali, fistole.

IndietroVersione stampabile